HOME


Invalidità civile e provvidenze economiche

Tutte le persone con sindrome di Down hanno diritto al riconoscimento dell'invalidità civile.

La percentuale di invalidità minima prevista dalla legge è il 75% per i maggiorenni (questa corrisponde di fatto per i minori alla difficoltà persistente a svolgere le funzioni e i compiti della propria età). A partire da tale percentuale corrisponde l'erogazione di diverse forme di provvidenze economiche.

Minorenni
Per quanto riguarda i minori, le provvidenze economiche previste sono di due tipi, alternative tra loro:
·

Indennità di frequenza: viene concessa ai minori cui sul verbale sia stata riconosciuta la "difficoltà persistente a svolgere le funzioni e i compiti della propria età"; altri requisiti necessari sono la frequenza negli asili nido, nella scuola o presso centri riabilitativi pubblici o privati (purché convenzionati) e, ancora, il minore non deve superare un limite di reddito personale, fissato annualmente, che si attesta intorno ai 3.800.00 euro. Per ottenere il pagamento di questa provvidenza economica, che viene pagata per le mensilità nelle quali il minore frequenta il nido, la scuola o il centro, occorre presentare all'ente erogatore (quindi all'INPS) autocertificazione o certificati rilasciati dalle suddette strutture attestanti la reale frequenza del minore.

Indennità di accompagnamento: viene concessa ai minori cui sul verbale sia stata riconosciuta la "totale inabilità con la necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita"; non è concessa a chi è ricoverato in istituto; non sono richiesti altri requisiti.

Maggiorenni
Per quanto riguarda i maggiorenni le provvidenze economiche sono di tre tipi:

Assegno mensile: viene concessa a coloro cui sia stata riconosciuta una percentuale di invalidità compresa tra il 75% e il 99%, risultino disoccupati e non superino il 65mo anno di età. L'erogazione dell'assegno mensile è subordinata ad un limite di reddito, fissato annualmente, che si aggira intorno ai 3.800.00 euro. L'assegno mensile è alternativo alle altre due provvidenze economiche previste per i maggiorenni.
Pensione di inabilità: viene concessa a coloro cui sia stata riconosciuta la "totale inabilità lavorativa", quindi il 100% di invalidità. E' pagata in 13 mensilità, il titolare non deve superare il 65mo anno di età e anche la pensione è vincolata ad un limite di reddito personale, fissato annualmente, che si aggira intorno ai 13.000.00 euro. La pensione è sempre alternativa all'assegno mensile.
Indennità di accompagnamento: viene concessa a coloro cui sia stato riconosciuto il "100% di inabilità lavorativa con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita". In questo caso al titolare viene pagata anche la pensione di inabilità (sempreché non superi il limite di reddito fissato per quest'ultima).

Gli importi per il 2003 sono:
per l'indennità di accompagnamento: 431.19 euro; per tutte le altre provvidenze: 223.90 euro.

Attualmente i questionari non sono attivi

Affinche' il questionario venga spedito correttamente ad ogni domanda va data comunque una risposta. A tal proposito potete seguire le indicazioni poste al termine di ogni quesito.


Avete mai fatto domanda di accertamento di invaliditā civile e/o concessione indennitā di accompagnamento o altra assistenza economica?
Si
No, perché non sapevamo che si poteva richiedere;
No, perché al momento non siamo interessati a richiederla;
No, perché negli uffici preposti ci hanno detto che era troppo presto;
No, per altri motivi;
Il bambino č giā stato sottoposto a visita da parte della commissione sanitaria?
Si
No
No, non ci hanno ancora chiamato;
No, pero' la visita è stata gia' fissata.
(Se la pratica non e' ancora stata intrapresa rispondere "No")

Avete giā ricevuto a casa il verbale della visita di accertamento?
No
Si, ci è stata riconosciuta l'indennità di frequenza;
Si, ci è stata riconosciuta indennità di accompagnamento;
Si, ci è stato riconosciuto l'assegno mensile;
Si, ci è stata riconosciuta la pensione di inabilità;
Si, ci è stata riconosciuta l'indennità di accompagnamento e pensione di inabilità.
(Se la pratica non e' ancora stata intrapresa rispondere comunque "No")



Avete presentato per qualche motivo ricorso contro il parere della commissione?
(Se la pratica non e' ancora stata intrapresa rispondere comunque "No)

Quante volte vi siete dovuti recare alla ASL o uffici preposti per sbrigare le pratiche necessarie?
0
1
2
3
4 o piu'
(Se la pratica non e' ancora stata intrapresa rispondere "0")



Oltre alle informazioni ottenute dagli uffici avete avuto bisogno di ulteriori spiegazioni?
No
Si, le hanno fornite in modo corretto amici o conoscenti;
Si, le hanno fornite in modo corretto il medico o pediatra di famiglia;
Si, le hanno fornite in modo corretto gli operatori di altri servizi pubblici;
Si, le hanno fornite in modo corretto gli operatori di associazioni o enti privati.
(Se la pratica non e' ancora stata intrapresa rispondere comunque "No)

Per voi č stato facile seguire questa pratica amministrativa?
(Se la pratica non e' ancora stata intrapresa rispondere comunque "No)