HOME


Lavoro con un bambino Down di 14 mesi: come posso aiutarlo?

Data: Sat, 13 Apr 2002
Da: "Rita"
A: <[email protected]>

Ho frequentato un corso che mi ha permesso d'iniziare da poco ad operare con bambini di 14 mesi con sindrome di Down e altre patalogie, vorrei se è possibile avere materiale informativo su come questi bambini interagiscono, su come aiutarli.
Desidero ricevere informazioni su che giochi posso fare, sapere se determinati comportamenti sono legati alla patologia o sono soggettivi, e quali esercizi si devono fare per stimolare i movimenti fini e le altre capacità.

data: Tue, 23 Apr 2002
Da: "Conosciamocimeglio Down"<[email protected]>
A:"Rita"

Gent. sig.Rita,
nella sua richiesta lei dichiara di avere la possibilità di operare con bambini Down di 14 mesi. Mi chiedo in quale struttura lei operi e in che ruolo.
La prima domanda che ci dobbiamo porre quando operiamo con bambini Down è "chi siamo noi per loro? quale ruolo ricopriamo ai loro occhi?".
Questo è sicuramente il presupposto fondamentale per poter essere loro di aiuto e per poterli stimolare alla crescita senza indurre confusione.
Chiarito questo, provo ad immaginare che lei svolga il ruolo di assistente in un asilo nido.
Un bambino Down di 14 mesi non presenta esigenze molto diverse da quelle degli altri bambini, almeno per quanto riguarda le attività quotidiane che si svolgono in un nido.
Lei si domanda quali siano i comportamenti connessi alla sua patologia e le posso dire che il ritardo che presentano in modo molto variabile nello sviluppo psicomotorio è sicuramente conseguente alla sindrome di Down. Tutti gli altri comportamenti sono cosi' diversi e peculiari da bambino a bambino che possono essere valutati solo nell'ambito di una conoscenza individuale.
Le modalità di interazione e di comunicazione preverbale (il dare, il mostrare, il gesto, l'indicazione ecc.) sono presenti come in tutti gli altri bambini.
Mi sembra di capire dalla sua e-mail che lei è molto giovane e forse alle sue prime esperienze di lavoro.
Per questo mi permetto un consiglio: approfondisca le sue conoscenze in merito alla sindrome di Down, facendo riferimento alla bibliografia che trova già in linea nel nostro sito, nell'area informativa, alla voce : "Tesi in Scienze dell'Educazione".
Ma soprattutto si lasci andare al rapporto con ogni singolo bambino, si fidi del suo istinto e viva fino in fondo la ricchezza delle emozioni che tutti i bambini di 14 mesi ci regalano.
Ed infine si lasci guidare da loro nella scoperta della loro personalità: sono e rimarranno sempre i nostri migliori maestri.

Stefania Mazotti
Psicologa dell'età evolutiva