HOME


Riconoscimento invalidità civile a 18 anni

Data: Mon, 15 Apr 2002
Da: "Paola"
A:"Conosciamocimeglio Down" <[email protected]>
Forward to: "AIPD Telefono D" <[email protected]>

Nadia a gennaio 2003 compirà 18 anni, ma andrà sicuramente ancora a scuola, pertanto volevo sapere se l’indennità rimane tale oppure devo chiedere la pensione di invalidità e se mi devo rivolgere alle ASL.

data: Thu, 18 Apr 2002
Da: "AIPD Telefono D" <[email protected]>
A: "Paola"
CC: "Conosciamocimeglio Down" <[email protected]>

Gent.le sig.ra Paola,
al compimento del diciottesimo anno di età tutte le persone che hanno già un riconoscimento di invalidità civile devono essere sottoposte a nuova visita presso la ASL. Con la maggiore età infatti l'invalidità civile viene valutata attraverso le percentuali e diverse sono anche le provvidenze economiche a queste collegate. Le consiglio quindi circa un mese prima del compimento dei 18 anni di Nadia di recarsi presso la ASl per presentare la relativa domanda.
Le persone con sindrome di Down non possono avere una valutazione inferiore al 75% (che di fatto corrisponde a quella attualmente riconosciuta a Nadia).
Se la Commissione riconosce una percentuale compresa tra il 75 e il 99%, alla persona viene pagata la provvidenza economica che si chiama "Assegno mensile" (è la stessa cifra, con lo stesso limite di reddito dell'indennità di frequenza; il requisito ulteriore richiesto in questo caso però non è più la frequenza presso scuole o centri ma l'iscrizione all'ufficio di collocamento);
Se la Commissione riconosce il 100% di invalidità, viene pagata la "pensione di invalidità" (stessa cifra dell'assegno, ma con un limite di reddito più alto);
Se la Commissione riconosce il "100% di invalidità con necessità di assistenza continua", viene pagata la pensione di invalidità e l'indennità di accompagnamento (la cifra di quest'ultima corrisponde a circa il doppio della pensione e non è legata a limiti di reddito).

Mi auguro di averle fornito informazioni sufficientemente chiare, per qualsiasi ulteriore chiarimento o approfondimento può mettersi in contatto con "Telefono D" attraverso e-mail ([email protected]) o telefonicamente (06-3720891).

Cordiali saluti
Patrizia Danesi
(assistente sociale)

Associazione Italiana Persone Down
Viale delle Milizie n. 106, 00192 Roma
tel. 06-3723909 fax 06-3722510
www.aipd.it

Altre informazioni sull'argomento: http://www.aipd.it/informazione/assistenza/indice.htm