HOME


Parlare in classe della "diversità"

Data: Wed, 20 Feb 2002
Da: "Giulia Lampugnani"
A: <[email protected]>

Gent.le Associazione,
sono insegnante di sostegno e seguo una bambina con sindrome di Down di 9 anni inserita in una seconda elementare. Insieme alle mie colleghe vorrei affrontare con i bambini di tutta la classe la "diversità" che inevitabilmente essi riconoscono nella compagna, perchè essa non sia fonte di disagio o isolamento, ma possa aiutare una buona integrazione scolastica e sociale della bambina.
Vorremmo presentare ai bambini, in chiave fiabesca e comunque molto semplice ma corretta, l'esistenza della sindrome di Down e le principali cause, per affrontare il diverso modo di essere delle compagna di classe: le sue difficoltà ma anche le sue capacità particolari.
Ho dato al vostro sito un'occhiata molto veloce e non mancherò di consultarlo, ho ricevuto un paio di anni fa del materiale informativo, ma vorrei sapere se avete a vostra disposizione una particolare proposta didattica (fiabe, attività, modo di presentare correttamente il problema) a bambini di otto anni.
Ringraziando anticipatamente per la gentile attenzione, porgo cordiali saluti
Giulia Lampugnani

 

Data: Fri, 1 Mar 2002
Da: "Conosciamocimeglio Down" <[email protected]>
A: "Giulia Lampugnani"

Gentile signora,
a proposito della Sua richiesta di consigli per affrontare con i suoi alunni l'argomento della "diversità", Le comunichiamo che le esperienze da noi portate avanti nel corso degli anni sono state varie ed in genere legate ad un particolare alunno, classe e momento. Abbiamo soprattutto notato che di fondamentale importanza è verificare se e come la famiglia dell'alunno handicappato, presente nella classe, ha a sua volta parlato della diversità (nel suo caso della Sindrome di Down) con il proprio figlio.
Progetti già sperimentati nelle scuole, a ns. conoscenza, sono: "Progetto Calamaio" (Bologna-Centro Documentazione Hanidcap);
"Progetto Girotondo" (Roma-Cooperativa Sociale ed Integrata VIII░ Ripartizione Datacoop.); "Diversamente Uguali" (Comitato di Coordinamento Pavese per i problemi dell'handicap). Sono progetti strutturati, multidisciplinari, che, partendo da letture (fiabe, racconti, ecc.) seguono percorsi ludici per far conoscere e capire ai bambini la "diversità".
Nella ns. Biblioteca stiamo raccogliendo libri e racconti rivolti ai bambini sull'argomento. Ne elenco alcuni : C.E.P.S. "Colla": un incontro straordinario. Moschini Marco "I rapatori di teste". Fox Paula "Festa di compleanno". Cima Lodovica "Lele goal"
Negli ultimi giorni è passato in TV (12 febbraio RAI 3 "Melevisione" - Trasmissione per i bambini) un video di cartoni animati "Piccole storie - Il fratellino di Lilli", ben ideato e molto piacevole, che affronta la sindrome Down attraverso la vita di un coniglietto "Down". Potrebbe essere un buon punto di partenza per parlare dell'argomento in una 2░ elementare.
Tutto il materiale citato è consultabile presso la Biblioteca dell'Associazine Italiana Persone Down (Roma -Viale delle Milizie, 106 - Tel 063723909 o 063722510). Restiamo comunque a Sua disposizine e, augurandole buon lavoro Le inviamo i migliori saluti

Federica Girard e Anna Scala